Condizioni generali

Condizioni generali di vendita VIVOL.IT

Le presenti Condizioni generali di vendita di Stichting Webshop Keurmerk sono state stabilite in consultazione con l'Associazione dei consumatori nell'ambito del Gruppo di coordinamento per la consultazione sull'autoregolamentazione (CZ) del Consiglio economico e sociale e entreranno in vigore il 1 ° giugno 2014.

Le presenti Condizioni generali saranno utilizzate da tutti i membri di Stichting Webshop Keurmerk, ad eccezione dei servizi finanziari come previsto dal Financial Supervision Act e nella misura in cui tali servizi sono supervisionati dall'Autorità dei mercati finanziari.


Contenuto:

Articolo 1 – Definizioni
Articolo 2 - Identità del contraente
Articolo 3 - Ambito di applicazione
Articolo 4 - L'offerta
Articolo 5 - Il contratto
Articolo 6 - Diritto di recesso
Articolo 7 - Obblighi del cliente in caso di recesso
Articolo 8 - Esercizio del diritto di recesso da parte del cliente
Articolo 9 - Obblighi del venditore in caso di recesso
Articolo 10 - Esclusione del diritto di recesso
Articolo 11 - Il prezzo
Articolo 12 - Conformità al contratto e garanzia aggiuntiva
Articolo 13 - Consegna e attuazione
Articolo 14 –Durata delle transazioni: durata, risoluzione ed estensione
Articolo 15 - Pagamento
Articolo 16 - Riserva di proprietà
Articolo 17 - Trattamento dei reclami
Articolo 18 - Gestione delle controversie
Articolo 19 - Garanzia di filiale
Articolo 20 - Condizioni aggiuntive o derogatorie
Articolo 21 - Modifiche alle condizioni generali Trustmark Webshop

 


Articolo 1 - Definizioni

I termini in maiuscolo nelle CGC avranno il significato definito di seguito:

  • Contratto : tutti i documenti contrattuali che disciplinano i rispettivi diritti e obblighi delle parti nell'ambito dei servizi forniti al cliente a cui sono allegate le presenti Condizioni generali di vendita;
  • Periodo di recesso : periodo di riflessione durante il quale un contratto può essere annullato;
  • Cliente : persona fisica o giuridica, professionista di diritto privato o pubblico, firmatario delle condizioni contrattuali generali per qualsiasi servizio sottoscritto con la società;
  • Giorno: giorno del calendario;
  • Contenuto digitale :digitale indica qualsiasi mezzo con cui il Cliente o il Contraente memorizza le informazioni che gli sono state indirizzate personalmente in modo da garantire la visione futura e la riproduzione identica delle informazioni salvate;
  • Durata del contratto : un accordo che si estende alla consegna regolare di beni, servizi e / o contenuti digitali per un determinato periodo;
  • Supporto dati sostenibile :qualsiasi strumento che consenta al cliente o all'imprenditore di archiviare informazioni che gli vengono indirizzate personalmente in un modo che consenta loro di fare riferimento in un secondo momento per un periodo di tempo adeguato con lo scopo per il quale sono destinate le informazioni e che consente la riproduzione identica delle informazioni memorizzate;
  • Diritto di recesso : possibilità riconosciuta al cliente di restituire il suo consenso espresso alla conclusione del contratto nell'ambito del periodo di recesso;
  • Imprenditore : una persona fisica o giuridica che è membro della Webshop Trustmark Foundation che offre prodotti e / o servizi in remoto ai clienti;
  • Contratto a distanza :un contratto, nell'ambito di un sistema organizzato dal contraente per la vendita a distanza di prodotti, che viene utilizzato esclusivamente, fino e con la conclusione del contratto tramite una o più tecniche di comunicazione remota;
  • Modulo modello per la cancellazione : il modulo modello europeo per la cancellazione incluso nell'Appendice I di questi termini e condizioni;
  • Tecnica di comunicazione remota : una tecnica di comunicazione che può essere utilizzata per la conclusione di un contratto, senza che il cliente e l'appaltatore siano contemporaneamente presenti nello stesso spazio;

Articolo 2 - Identità del contraente

Nome del contraente: Brink’s High Tech Parts B.V.
Sede legale:
Habraken 2327
5507 TK Veldhoven NL
040-2542823
Indirizzo E-mail: info@vivol.it
Camera di commercio: 17097673
Partita IVA: NL805841131B01


Articolo 3 - Ambito di applicazione

  • Questi termini e condizioni si applicano a qualsiasi offerta del contraente e ai contratti a distanza tra il contraente e il cliente
  • Prima della conclusione del contratto a distanza, il testo di questi termini e condizioni sarà messo a disposizione del cliente. Se ciò non è ragionevolmente possibile, prima della conclusione del contratto a distanza verrà indicato che le condizioni generali possono essere consultate con il contraente e che saranno inviate gratuitamente su richiesta del cliente, il più presto possibile. possibili ritardi
  • Se il contratto a distanza è concluso elettronicamente, il testo di questi termini e condizioni può, a titolo di deroga del paragrafo precedente e prima della conclusione del contratto a distanza, essere messo a disposizione del cliente con mezzi elettronici, in modo che possa essere facilmente eseguito il backup da parte del cliente su un supporto dati durevole. Se ciò non è ragionevolmente possibile, verrà indicato, prima della conclusione del contratto a distanza, in cui è possibile leggere i termini e le condizioni elettronicamente e verranno inviati gratuitamente su richiesta del cliente. elettronicamente o in altro modo.
  • Nel caso in cui, oltre a queste condizioni generali, si applichino condizioni specifiche ai prodotti o servizi, il secondo e il terzo paragrafo si applicano per analogia e, in caso di condizioni generali contrastanti, il cliente può sempre invocare la disposizione applicabile che gli è più favorevole.

Articolo 4 - L'offerta

  • Se l'offerta ha un periodo di validità limitato o è soggetta a condizioni, ciò è espressamente menzionato nell'offerta.
  • 2. L'offerta contiene una descrizione completa e accurata dei prodotti e / o servizi offerti. La descrizione è sufficientemente dettagliata per consentire una buona valutazione dell'offerta da parte del cliente. Se il contraente utilizza illustrazioni, queste devono riflettere accuratamente i prodotti e / o servizi offerti. Errori evidenti o errori nell'offerta non sono vincolanti per l’ imprenditore.
  • Qualsiasi offerta include le informazioni necessarie per consentire al cliente di comprendere chiaramente i diritti e gli obblighi di accettazione dell'offerta.

Articolo 5 - Il contratto

  • Fatte salve le disposizioni del paragrafo 4, il contratto è concluso quando il cliente accetta l'offerta e soddisfa le condizioni imposte in questo contesto.
  • Se il cliente ha accettato l'offerta elettronicamente, il contraente deve confermare immediatamente la ricezione dell'accettazione dell'offerta elettronicamente. Finché la ricezione di questa accettazione non è stata confermata, il cliente ha il diritto di risolvere il contratto.
  • Se il contratto è concluso elettronicamente, il contraente adotta le misure tecniche e organizzative appropriate per garantire la trasmissione elettronica dei dati e garantire un ambiente Internet sicuro. Nel caso in cui il cliente possa pagare elettronicamente, il contraente aderirà alle misure di sicurezza appropriate a tale scopo.
  • Il contraente può informarsi, nei limiti di legge, della capacità del cliente di adempiere ai propri obblighi di pagamento nonché di tutti i fatti e i fattori importanti per la conclusione responsabile di un contratto a distanza. Se, a seguito di tale analisi, il contraente ha buone ragioni per non concludere il contratto, ha il diritto di rifiutare un ordine o una richiesta motivati o di vincolare condizioni specifiche all'esecuzione.
  • Il contraente fornirà al prodotto le seguenti informazioni per iscritto o in modo tale da poter essere salvato dal cliente in modo accessibile su un supporto dati durevole:

a. l'indirizzo pubblico della sede di attività del contraente in cui il cliente può presentare domanda di risarcimento;

b. le condizioni per le quali il cliente può invocare il diritto di recesso o una chiara dichiarazione in merito all'esclusione del diritto di recesso;

c. informazioni sul servizio post-vendita e garanzie esistenti;

d. i dati di cui all'articolo 4, paragrafo 3, delle presenti condizioni, a meno che il contraente non abbia già fornito tali dati al cliente prima della conclusione del contratto;

e. le condizioni di risoluzione del contratto se il contratto è concluso per un periodo superiore a un anno o per un periodo indeterminato

f. se il consumatore ha diritto di recesso, il modulo modello per il recesso

  • Se il contraente si è impegnato a fornire una serie di prodotti o servizi, la disposizione del paragrafo precedente si applica solo alla prima consegna.

Articolo 6 - Diritto di recesso

Alla consegna dei prodotti:

  • Il consumatore può recedere da un accordo relativo all'acquisto di un prodotto durante un periodo di riflessione di almeno 14 giorni senza fornire spiegazioni. L'imprenditore può chiedere al consumatore il motivo del recesso, ma non obbligarlo a dichiarare i suoi motivi.
  • Il periodo di riflessione di cui al paragrafo 1 inizia il giorno successivo alla ricezione del prodotto da parte del consumatore o di un terzo designato dal consumatore in anticipo, che non è il vettore, oppure:
  • se il consumatore ha ordinato più prodotti nello stesso ordine: il giorno in cui il consumatore, o una terza parte da lui designata, ha ricevuto l'ultimo prodotto. L'imprenditore può, purché abbia informato chiaramente il consumatore prima del processo di ordinazione, rifiutare un ordine per più prodotti con tempi di consegna diversi.
  • se la consegna di un prodotto è composta da più spedizioni o parti: il giorno in cui il consumatore, o un terzo da lui designato, ha ricevuto l'ultima spedizione o parte;
    • come da contratto per la consegna regolare di prodotti durante un determinato periodo: il giorno in cui il consumatore, o una terza parte da lui designata, ha ricevuto il primo prodotto.

 Per servizi e contenuti digitali che non sono forniti su un supporto materiale:

      • Il consumatore può recedere da un contratto di servizio e un accordo per la consegna di contenuti digitali che non sono stati consegnati su un supporto tangibile entro 14 giorni senza fornire spiegazioni. L'imprenditore può chiedere al consumatore il motivo del recesso, ma non obbligarlo a dichiarare i suoi motivi.
      • Il periodo di recessione di cui al paragrafo 3 inizia il giorno successivo alla conclusione dell'accordo.

 Periodo di recessione prolungato per prodotti, servizi e contenuti digitali che non sono stati forniti su un supporto materiale se il diritto di recesso non è stato indicato:

      • Se l'imprenditore non ha fornito al consumatore le informazioni legalmente richieste in merito al diritto di recesso o al modulo modello per il recesso, il periodo di recesso termina dodici mesi dopo la fine del periodo di recesso originario determinato in conformità con i precedenti paragrafi di questo articolo.
      • Se l'imprenditore ha fornito al consumatore le informazioni di cui al paragrafo precedente entro dodici mesi dalla data di inizio del periodo di ripensamento originale, il periodo di ripensamento scade 14 giorni dopo il giorno in cui il consumatore ha ricevuto tali informazioni.

Articolo 7 - Obblighi del cliente in caso di recesso

  • Durante il periodo di riflessione, il cliente si prenderà cura del prodotto e dell'imballaggio. Disimballerà o utilizzerà il prodotto solo nella misura in cui gli consentirà di determinarne la natura, le caratteristiche e il funzionamento. Il principio è che il cliente può gestire e ispezionare il prodotto solo come gli sarebbe consentito fare in un negozio.
  • Il cliente è responsabile della perdita di valore del prodotto solo quando risulta da manipolazioni che superano i requisiti di cui al paragrafo 1
  • Il cliente non è responsabile per la perdita di valore del prodotto quando l'imprenditore non ha fornito, prima o alla conclusione del contratto, tutte le informazioni legali relative al diritto di recesso.

Articolo 8 - Esercizio del diritto di recesso delle spese da parte del cliente

  • Quando il cliente esercita il suo diritto di recesso, deve informare il contraente prima della scadenza del periodo di riflessione utilizzando il modello di recesso o qualsiasi altro modo inequivocabile.
  • Il prima possibile e comunque entro e non oltre 14 giorni dalla notifica di cui al paragrafo 1, il cliente deve restituire il prodotto o consegnarlo al contraente (o al suo rappresentante autorizzato). Questa disposizione non si applica quando il contraente ha proposto di rimuovere il prodotto stesso. Il cliente ha comunque rispettato il periodo di restituzione quando restituisce il prodotto prima della scadenza del periodo di riflessione.
  • Il cliente restituisce il prodotto con tutti i suoi accessori e - per quanto ragionevolmente possibile - nelle sue condizioni e confezioni originali e in conformità con le ragionevoli e chiare istruzioni del contraente.
  • I rischi e l'onere della prova in caso di esercizio del diritto di recesso secondo le modalità e nei termini previsti sono a carico del cliente.
  • I costi diretti per la restituzione del prodotto sono a carico del cliente. Quando il contraente non ha comunicato al cliente che i costi di restituzione erano a suo carico o quando il contraente si è dichiarato responsabile del costo del reso, il pagamento di tali costi non è a carico del cliente.
  • Quando il cliente si ritira dopo aver espressamente richiesto che il servizio o la fornitura di gas, acqua o elettricità non ancora disponibili per la vendita siano avviati in un volume limitato o in una quantità specificata durante il periodo di riflessione, il cliente è responsabile nei confronti del contraente per un importo pari alla parte dell'impegno adempiuta dal contraente al momento del ritiro, in relazione all'esecuzione del pieno impegno.
  • Il cliente non dovrà sostenere alcun costo per i servizi o la fornitura di acqua, gas o elettricità non disponibili per la vendita in un volume o quantità limitata o la fornitura di teleriscaldamento, qualora:
  • il contraente non ha comunicato al cliente le informazioni legali relative al diritto di recesso, al risarcimento in caso di recesso o al modello di recesso, oppure;
  • il cliente non ha specificamente richiesto l'avvio del servizio o della fornitura di gas, acqua, elettricità o teleriscaldamento durante il periodo di riflessione

    • Il cliente non sostiene alcun costo per la fornitura completa o parziale di contenuti digitali non consegnati su un supporto fisico quando:
    • prima dell'inizio della consegna, non aveva espressamente accettato l'esecuzione del contratto prima della fine del periodo di riflessione;
    • non ha riconosciuto la perdita del diritto di recesso dando il proprio consenso, oppure
    • l'appaltatore non è riuscito a confermare questa affermazione dal cliente.

      • Quando il cliente esercita il suo diritto di recesso, tutti i contratti aggiuntivi vengono risolti d'ufficio.

Articolo 9 - Obblighi del venditore in caso di recesso

  • Quando il contraente autorizza il cliente a notificare elettronicamente il recesso, invia senza indugio un avviso di ricevimento di tale notifica.
  • Il Contraente dovrà indennizzare il Cliente per tutti i pagamenti, inclusi eventuali costi di spedizione addebitati dal Contraente per il prodotto restituito, senza indugio e in ogni caso entro 14 giorni dalla notifica di revoca da parte del cliente. Per quanto riguarda il rimborso del cliente, tranne quando il contraente propone di rimuovere il prodotto da solo, il contraente può attendere fino a quando non ha ricevuto il prodotto o ricevuto dal cliente la prova che ha restituito il prodotto, a seconda di quale sia il precedente. data di scadenza.
  • Per il rimborso, il contraente utilizza lo stesso metodo di pagamento utilizzato dal cliente, a meno che quest'ultimo non accetti un altro metodo. Il rimborso per il cliente deve essere effettuato gratuitamente.
  • Quando il cliente ha scelto un metodo di consegna più costoso rispetto al metodo di consegna standard più economico, il contraente non deve rimborsare il supplemento di costo del metodo più costoso.

Articolo 10 - Esclusione del diritto di recesso

Se il cliente non beneficia del diritto di recesso, quest'ultimo può essere escluso dal contraente solo se quest'ultimo lo ha chiaramente menzionato nell'offerta o al momento opportuno prima della conclusione del contratto:

  • Prodotti o servizi il cui prezzo dipende dalle fluttuazioni del mercato finanziario su cui l'imprenditore non ha influenza e che possono verificarsi durante il periodo di recesso
  • Accordi conclusi durante un'asta pubblica. Un'asta pubblica indica un metodo di vendita in cui prodotti, contenuti digitali e / o servizi sono offerti dall'imprenditore al consumatore che è presente di persona o che ha l'opportunità di essere presente di persona all'asta, sotto la direzione di un banditore, e in cui il l'offerente selezionato è tenuto ad acquistare prodotti, contenuti digitali e / o servizi;
  • Contratti di servizio, dopo la piena prestazione del servizio, ma solo se:
  • l'esecuzione è iniziata con il consenso esplicito del consumatore; e
  • il consumatore ha dichiarato di perdere il suo diritto di recesso una volta che l'imprenditore ha eseguito completamente l'accordo;

    • Contratti di servizi per la fornitura di alloggi, se nel contratto è prevista una data o un periodo di esecuzione specifici e diversi da quelli per scopi residenziali, trasporto merci, servizi di noleggio auto e catering;
    • Accordi relativi ad attività ricreative, se nel contratto è prevista una data o un periodo di esecuzione specifici;
    • Prodotti fabbricati secondo le specifiche del consumatore, che non sono prefabbricati e che sono fabbricati sulla base di una scelta o decisione individuale del consumatore o che sono chiaramente destinati a una persona specifica;
    • Prodotti che si deteriorano rapidamente o hanno una durata di conservazione limitata;
    • Prodotti sigillati che per motivi di protezione della salute o igiene non sono adatti per essere restituiti e il cui sigillo è stato rotto dopo la consegna;
    • Prodotti che vengono irrevocabilmente mescolati con altri prodotti dopo la consegna a causa della loro natura;
    • Bevande alcoliche, il cui prezzo è stato concordato alla conclusione dell'accordo, ma la cui consegna può avvenire solo dopo 30 giorni e il cui valore effettivo dipende dalle fluttuazioni del mercato sulle quali l'imprenditore non ha alcuna influenza;
    • Audio sigillato, registrazioni video e software per computer, il cui sigillo è stato rotto dopo la consegna;
    • Giornali, riviste o riviste, ad eccezione degli abbonamenti;
    • La consegna di contenuti digitali diversi da un supporto materiale, ma solo se:
    • l'esecuzione è iniziata con il consenso esplicito del consumatore; e
    • il consumatore ha dichiarato di perdere così il suo diritto di recesso.

Articolo 11 - Il prezzo

  • Durante il periodo di validità specificato nell'offerta, i prezzi dei prodotti e / o servizi non vengono aumentati a meno che la modifica del prezzo non derivi da una modifica dell'aliquota IVA.
  • In deroga al paragrafo precedente, il contraente può offrire prodotti o servizi a prezzi variabili i cui prezzi sono correlati alle fluttuazioni del mercato finanziario che vanno oltre l'influenza dell'imprenditore. Il collegamento a queste fluttuazioni sarà menzionato nell'offerta, con il fatto che i prezzi indicati sono indicativi.
  • Gli aumenti che si verificano entro 3 mesi dalla conclusione del contratto sono consentiti solo se derivano da norme o disposizioni legali.
  • A partire da 3 mesi dalla conclusione del contratto, gli aumenti di prezzo sono consentiti solo se il contraente ha segnalato e:

a. che derivano da norme o disposizioni legali, oppure

b. che il cliente ha la possibilità di recedere dal contratto dalla data di entrata in vigore dell'aumento di prezzo.

  • I prezzi dei prodotti o servizi indicati nell'offerta sono comprensivi di IVA

Articolo 12 - Conformità al contratto e garanzia aggiuntiva

  • È responsabilità del contraente assicurarsi che i prodotti e / o servizi siano conformi al contratto, alle specifiche dell'offerta, ai normali requisiti di qualità e / o idoneità e le disposizioni legali e / o le normative ufficiali in vigore alla data di conclusione del contratto. Se il contratto lo prevede, il contraente garantisce inoltre che il prodotto è idoneo ad un uso diverso da quello previsto.
  • Una garanzia aggiuntiva fornita dal Contraente, dal suo fornitore, dal produttore o dall'importatore non limita in alcun modo i diritti legali del Cliente o le azioni che il Cliente può avere nei confronti del Contraente sulla base del Contratto nel caso in cui l'imprenditore non ha onorato la sua parte del contratto.
  • Per garanzia aggiuntiva si intende qualsiasi impegno assunto dall'imprenditore, dal suo fornitore, dall'importatore o dal produttore in base al quale vengono riconosciuti al cliente determinati diritti o requisiti che vanno al di là delle disposizioni legali in caso di mancato rispetto del contratto.

Articolo 13 - Consegna e attuazione

  • Il contraente presterà la massima attenzione nella ricezione e nel completamento degli ordini di prodotti e nella valutazione delle richieste di assistenza. I pacchi di grandi dimensioni vengono consegnati al piano terra, i fattorini non sono obbligati a effettuare la consegna al piano.
  • Il luogo di consegna è l'indirizzo che il cliente ha comunicato al contraente.
  • Conformemente alle disposizioni dell'articolo 4 delle presenti condizioni generali, il contraente esegue gli ordini accettati con la dovuta diligenza e al più tardi entro 30 giorni, a meno che non sia stato concordato un altro termine di consegna. Quando la consegna è in ritardo o quando un ordine non può essere eseguito in tutto o in parte, il cliente viene avvisato entro e non oltre 30 giorni dopo aver effettuato un ordine. In questo caso, il cliente ha il diritto di risolvere il contratto senza addebito e può richiedere un risarcimento.
  • In caso di risoluzione ai sensi del paragrafo precedente, il Contraente rimborserà tempestivamente l'importo già pagato al Cliente.
  • Il rischio di degrado o perdita di prodotti è a carico del contraente fino alla consegna al cliente o a un rappresentante precedentemente designato e identificato con il contraente, salvo diversa indicazione esplicita.
  • La segnalazione di danni agli articoli ricevuti deve essere segnalata all'imprenditore entro 48 dal ricevimento da parte del consumatore.

Articolo 14 –Durata delle transazioni: durata, risoluzione ed estensione

Termine:

  • Il cliente può recedere in qualsiasi momento da un contratto a tempo indeterminato relativo alla fornitura regolare di prodotti (compresa l'elettricità) o di servizi, rispettando le regole di risoluzione concordate e un preavviso di un mese.
  • Il Cliente può recedere, in qualsiasi momento prima della scadenza del contratto, un contratto a tempo determinato per la fornitura regolare di prodotti (compresa l'elettricità) o servizi, in conformità con le regole di risoluzione concordate e preavviso. un mese al massimo..
  • Nei contratti di cui sopra, il cliente può:

- risolvere il contratto in qualsiasi momento senza che sia necessario farlo in un determinato momento o periodo;

- risolvere il contratto almeno nello stesso modo in cui è stato concluso;;

- risolvere sempre il contratto con lo stesso periodo di preavviso che il contraente stipula per se stesso.

Estensione:

  • Un contratto concluso per un periodo determinato e relativo alla fornitura regolare di prodotti (compresa l'elettricità) o di servizi non può essere rinnovato o prorogato tacitamente per un periodo determinato
  • In deroga al paragrafo precedente, un contratto a tempo determinato per la fornitura regolare di giornali quotidiani, settimanali o periodici può essere prorogato per un massimo di tre mesi, a condizione che il cliente possa recedere dal presente contratto. prorogato alla fine dell'estensione con un preavviso fino a un mese.
  • Un contratto a tempo determinato per la consegna regolare di beni o servizi può essere tacitamente prorogato per un periodo indeterminato solo quando il cliente ha la possibilità di rinunciare con un periodo di preavviso di un mese. Il periodo di preavviso è di un massimo di tre mesi se il contratto copre la fornitura regolare, ma meno di una volta al mese, per giornali, quotidiani, settimanali o periodici.
  • . Un contratto a tempo determinato per la consegna regolare di giornali, quotidiani, settimanali o periodici su base di prova (abbonamento di prova o scoperta) non viene tacitamente esteso e termina automaticamente alla fine del periodo di prova .

Durata:

  • Quando la durata del contratto supera un anno, il cliente può, dopo un anno, risolverlo in qualsiasi momento con un preavviso di un mese, a meno che la ragione e l'equità precludano la risoluzione prima della fine del contratto o della scadenza della durata concordata.

Articolo 15 - Pagamento

  • Salvo diversamente stabilito nel contratto o nelle clausole aggiuntive, le somme dovute dal cliente devono essere pagate entro 14 giorni dall'inizio del periodo di riflessione, o in assenza di un periodo di riflessione, in un 14 giorni dopo la conclusione del contratto. Nel caso di un contratto di servizio, il termine inizia il giorno successivo alla conferma del contratto da parte del cliente.
  • Quando si vendono prodotti al cliente, i termini e le condizioni non possono mai richiedere un acconto superiore al 50%. Quando viene richiesto un acconto, il cliente non può esercitare alcun diritto relativo all'esecuzione dell'ordine o dei servizi prima di aver versato l'acconto
  • Il cliente è tenuto a segnalare senza indugio all'imprenditore qualsiasi inesattezza nei dati di pagamento comunicati o menzionati.
  • Se il cliente non adempie ai propri obblighi di pagamento entro il termine prescritto, dopo che il contraente lo ha informato del ritardo nel pagamento e gli ha concesso un periodo di 14 giorni per porre rimedio alla situazione, nel caso persistente mancato pagamento oltre i 14 giorni, il cliente diventa responsabile per un interesse legale sull'importo residuo e l'imprenditore ha il diritto di prendere in considerazione i costi extragiudiziali sostenuti per il recupero dei suoi debiti. Tali costi di recupero ammontano ad un massimo del: 15% degli importi non pagati fino a € 2.500; 10% sulla prossima tranche di 2.500 €, - e 5% sulla prossima 5.000 €, con un minimo di 40 €. Il contraente può adeguare al cliente gli importi e le percentuali sopra menzionati. Per i professionisti, i costi di recupero ammontano al 15% degli importi in sospeso, con un minimo di € 75, con un interesse dell'1% al mese..

Articolo 16 – Diritto di proprietà

1.Tutti i prodotti consegnati dal contraente ai sensi del contratto rimangono di proprietà del contraente fino a quando il cliente non ha adempiuto debitamente tutti gli obblighi derivanti dal contratto (i) con il contraente

2. Le merci fornite dall'Utente che rientrano nel diritto di proprietà ai sensi del paragrafo 1. non possono essere rivendute e non possono mai essere utilizzate come pagamento. L'altra parte non è autorizzata a impegnare o gravare le merci che rientrano diritto di proprietà in alcun altro modo.

3. L'altra parte deve sempre fare tutto ciò che ci si può ragionevolmente aspettare da esso al fine di salvaguardare i diritti di proprietà dell'utente.

4. Se terzi sequestrano i beni consegnati in riserva di proprietà o desiderano stabilire o far valere i diritti su di essi, l'altra Parte è tenuta a informarne immediatamente l'Utente.

5. L'altra parte si impegna a garantire la merce consegnata all’ interno del diritto di proprietà e a mantenerla assicurata contro incendi, esplosioni e danni causati dall'acqua nonché contro il furto e a fornire all'utente la polizza di questa assicurazione per l'ispezione alla prima richiesta. L’altra parte si impegna nella misura necessaria a fornire in anticipo nei confronti dell'utente la propria cooperazione a tutto ciò che potrebbe (si rivelasse) necessario o desiderabile in tale contesto.

Nel caso in cui l'Utente desideri esercitare i propri diritti di proprietà di cui al presente articolo, l'altra Parte concede in anticipo all'Utente l'autorizzazione incondizionata e irrevocabile a entrare in tutti quei luoghi in cui si trovano le proprietà dell'Utente e a restituire tali articoli.


Articolo 17 - Trattamento dei reclami

  • Il contraente ha una procedura di reclamo ben nota e gestisce i reclami secondo tale procedura.
  • I reclami relativi all'esecuzione del contratto devono essere presentati al contraente a tempo debito, con una descrizione chiara e completa, dopo che il cliente ha riscontrato il difetto.
  • I reclami presentati al contraente ricevono risposta entro 14 giorni dalla data di ricezione. Quando è prevedibile che il reclamo richiederà un trattamento più lungo, il Contraente dovrà inviare entro 14 giorni un avviso di ricevimento specificando il tempo entro il quale il cliente può aspettarsi una risposta più completa.
  • Un reclamo su un prodotto o servizio del contraente può anche essere presentato tramite il modulo di reclamo sulla pagina del consumatore del Webshop Trustmark. (<ahref="http: keurmerk.info="" home="" misbruikofklacht"="">http://keurmerk.info/Home/MisbruikOfKlacht) In questo caso, il reclamo verrà inoltrato al contraente e al Webshop Trustmark.</ahref="http:>
  • Quando il reclamo non può essere risolto in consultazione entro un termine ragionevole o entro 3 mesi dalla presentazione del reclamo, viene aperto un fascicolo.

Articolo 18 - Gestione delle controversie

  • La legge applicabile ai contratti tra il venditore e l'acquirente è la legge olandese
  • Le controversie tra gli acquirenti e il venditore saranno sottoposte al Webshop Litigation Commission, casella postale 90600, 2509 LP L'Aia (www.sgc.nl)(www.sgc.nl).
  • Una controversia viene gestita dal comitato per le controversie se il reclamo di un acquirente viene presentato entro un termine ragionevole al venditore.
  • Quando l'acquirente desidera presentare una controversia al comitato per le controversie, il venditore è vincolato da questa scelta. Il venditore viene informato entro 5 settimane dalla controversia e può ricorrere al tribunale competente.
  • La decisione del comitato arbitrale è presa conformemente alle condizioni stabilite nel regolamento del comitato per le controversie (http://www.degeschillencommissie.nl/over-ons/de-commissies/2701/webshop). Le decisioni del comitato per le controversie assumono la forma di un parere vincolante.
  • Laddove, oltre al Webshop Trustmark Litigation Commission, un'altra Commissione per la risoluzione delle controversie approvata o affiliata alla Stichting Geschillencommissies voor Consumentenzaken (SGC) o al Klachteninstituut Financiële Dienstverlening (Kifid) è anche competente per le controversie riguardanti principalmente metodo di vendita o servizio remoto, è per priorità la Commissione di controversia Webshop Trustmark che è competente. Per tutte le altre controversie, sono competenti altre commissioni di contenzioso approvate o affiliate all'SGC o Kifid

Articolo 19 - Garanzia di filiale

  • Webshop Trustmark garantisce la conformità con l'avviso vincolante delle controversie Comitato Webshop Trustmark da parte dei suoi membri a meno che il membro non adotti il tribunale entro 2 mesi dall'invio del parere del comitato. L'avviso diventa vincolante se confermato dal tribunale. Webshop Trustmark ha l'obbligo di garantire che i membri rispettino le comunicazioni
  • . Al fine di applicare questa garanzia, l'acquirente richiede per iscritto Webshop Trustmark. Se il reclamo nei confronti del venditore supera i 10.000 €, viene offerto il costo del reclamo. Trustmark Webshop supporta la richiesta del tribunale di arbitrato per ottenere il pagamento del reclamo del cliente.

Articolo 20 - Condizioni aggiuntive o derogatorie

Le condizioni aggiuntive o le deroghe a questi termini e condizioni non possono pregiudicare il cliente. Devono essere registrati per iscritto o in modo tale che il cliente possa salvarli su un supporto dati durevole.


Articolo 21 - Modifiche alle condizioni generali Trustmark Webshop

  • Stichting Webshop Keurmerk non modificherà questi termini e condizioni se non in consultazione con l'Associazione dei consumatori.
  • Le modifiche a questi termini e condizioni entrano in vigore solo dopo essere state debitamente pubblicate, a condizione che se si verificano modifiche durante il periodo di validità di un'offerta corrente, il cliente beneficerà delle disposizioni più favorevoli.

Indirrizzo Stichting Webshop Keurmerk:
Willemsparkweg 193, 1071 HA Amsterdam
Ultima modifica 01-06-2014